Massimario Ragionato Fallimentare

a cura di Franco Benassi
apri l'articolo del codice

Articolo 152 ∙ (Proposta di concordato)


Cancellazione dal registro delle imprese
Tutte le MassimeCassazione
Derogabilità atto costitutivo o allo statutoFunzione della delibera prevista da articolo 152 l.f.Contenuto della deliberaDelibera dell'organo amministrativoOrgano amministrativo monocratico, amministratore unicoRapporto tra delibera e domanda di concordatoAssemblea straordinariaMaggioranza assoluta del capitaleSocietà in nome collettivoIscrizione nel registro delle impreseCancellazione dal registro delle impreseOmessa produzione della delibera e inammissibilità del concordatoTermine per il deposito della deliberaConcordato con riserva


Cancellazione dal registro delle imprese

Cancellazione d’ufficio di atto notarile iscritto immediatamente dal Conservatore del Registro Imprese ai sensi dell’art. 20, comma 7 bis, del D.L. 24 giugno 2014 n.91 - Ammissibilità in ipotesi di assenza di tipicità dell’atto iscritto
Può essere disposta la cancellazione d’ufficio ex art. 2191 c.c. di un atto pubblico – quale la determinazione ai sensi dell’art. 152 l.fall. dei soci di società in nome collettivo per l’ammissione al concordato preventivo o in alternativa alla presentazione di accordo di ristrutturazione – qualora il Conservatore del Registro Imprese, ai sensi dell’art. 20, comma 7 bis, del D.L. 24 giugno 2014 n. 91, convertito con modifiche dalla Legge 11 agosto 2014 n. 116, abbia proceduto all’iscrizione immediata dell’atto, non trattandosi di atto tipico per il quale è prevista l’iscrizione nel registro. (Laura De Simone) (riproduzione riservata) Tribunale Mantova, 19 Luglio 2015.


Iscrizione immediata del Conservatore del Registro Imprese ai sensi dell’art. 20, comma 7 bis, del D.L. 24 giugno 2014 n.91 quando l’iscrizione è richiesta sulla base di un atto pubblico o di una scrittura privata autenticata - Vaglio del Conservatore di competenza territoriale e autenticità della sottoscrizione - Possibilità di richiedere la cancellazione d’ufficio per difetto di tipicità dell’atto
Il Conservatore del Registro Imprese, ai sensi dell’art. 20, comma 7 bis, del D.L. 24 giugno 2014 n. 91, convertito con modifiche dalla Legge 11 agosto 2014 n. 116, procede all’iscrizione immediata dell’atto notarile, dopo avere vagliato unicamente la competenza territoriale della Camera e l’autenticità della sottoscrizione della domanda, ma può chiedere al Giudice del registro la cancellazione d’ufficio ex art. 2191 c.c. dell’iscrizione effettuata ove non si tratti di atto tipico per il quale è prevista l’iscrizione. (Laura De Simone) (riproduzione riservata) Tribunale Mantova, 19 Luglio 2015.