Diritto Fallimentare


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 7768 - pubb. 12/09/2012

Risoluzione del concordato e consenso informato dei creditori

Tribunale Vicenza, 11 Giugno 2012. Est. Limitone.


Concordato preventivo – Percentuale di soddisfo inferiore e tempi di realizzo maggiori rispetto a quanto promesso – Enunciazione delle criticità nella relazione del commissario – Voto e consenso informati – Risoluzione del concordato – Esclusione (artt. 134, 172, 186 l.f.).



Il consenso informato sulle eventuali deteriori possibilità di soddisfo del concordato rispetto a quanto promesso (nella specie, minor percentuale e maggior tempo), chiaramente enunciate ai creditori nella relazione ex art. 172 l.f. del commissario giudiziale, che tutti i creditori hanno avuto modo di leggere prima di votare, preclude loro l’istanza di risoluzione del concordato. (Giuseppe Limitone) (riproduzione riservata)


Massimario Ragionato



Massimario, art. 172 l. fall.

Massimario, art. 186 l. fall.



Il testo integrale