Crisi d'Impresa e Insolvenza


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 14322 - pubb. 03/03/2016

Richiesta di fallimento del pubblico ministero ex art. 173 l.f. e rinuncia alla domanda di concordato

Appello Milano, 29 Ottobre 2015. Pres., est. Erminia Lombardi.


Concordato preventivo - Rinuncia alla domanda - Legittimazione ex art. 173 l.f. del pubblico ministero alla richiesta di fallimento - Caducazione

Concordato preventivo - Procedimento di revoca - Comunicazione al pubblico ministero - Legittimazione alla presentazione dell'istanza di fallimento - Esclusione



La rinuncia alla domanda di concordato fa venir meno la speciale legittimazione del pubblico ministero a presentare la richiesta di fallimento di cui all'articolo 173 legge fall., norma, questa, la quale presuppone la diversa fattispecie della pendenza della procedura concordataria e del procedimento di revoca dell'ammissione del debitore a detta procedura. (Franco Benassi) (riproduzione riservata)

La comunicazione al pubblico ministero prevista dall'articolo 173, comma 2, legge fall., così come quella di cui all'articolo 161 legge fall. che il tribunale dispone senza alcun preventivo vaglio, non sono riconducibili alla segnalazione del giudice civile di cui all'art. 7 legge fall. che legittima il pubblico ministero alla presentazione della richiesta di fallimento. (Franco Benassi) (riproduzione riservata)


Segnalazione del Dott. Carlo Accardi


Il testo integrale