Diritto Fallimentare


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 6167 - pubb. 18/07/2011

Opposizione allo stato passivo e deduzione di una causa di prelazione non dedotta in sede di accertamento del credito avanti al giudice delegato

Tribunale Udine, 01 Luglio 2011. Est. Pellizzoni.


Fallimento - Opposizione allo stato passivo - Natura impugnatoria - Configurabilità - Conseguenze - Domande nuove - Ammissibilità - Esclusione.



La richiesta di essere ammessi al passivo con una causa di prelazione non dedotta in sede di insinuazione tempestiva, integra una domanda nuova come tale inammissibile, ove il credito sia stato ammesso in via chirografaria dal giudice delegato. (Francesco Gabassi) (riproduzione riservata)


Massimario Ragionato



In collaborazione con www.unijuris.it


Massimario, art. 98 l. fall.

Massimario, art. 99 l. fall.


Il testo integrale