Diritto e Procedura Civile


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 26213 - pubb. 25/11/2021

Valore oggettivamente minimo del credito ed interesse ad agire per l’esecuzione forzata

Cassazione civile, sez. II, 14 Ottobre 2021, n. 28077. Pres. Orilia. Est. Giusti.


Crediti esclusivamente patrimoniali - Valore oggettivamente minimo del credito - Interesse ad agire per l’esecuzione forzata - Insussistenza - Compito del giudice - Possibilità di stabilire limiti all’accesso al giudizio di legittimità - Esclusione - Fondamento -  Conseguenze



In tema di procedimento esecutivo, qualora il credito, di natura esclusivamente patrimoniale, sia di entità economica oggettivamente minima, difetta, ai sensi dell'art. 100 c.p.c., l'interesse a promuovere l'espropriazione forzata; da tale principio, tuttavia non può derivare il potere del giudice di stabilire i limiti di accesso al giudizio di legittimità, posto che nel nostro ordinamento la giurisdizione si attua mediante il giusto processo regolato dalla legge ed è sempre ammesso, pertanto, il diritto di ricorrere per cassazione avverso le sentenze per violazione di legge. (massima ufficiale)


Il testo integrale