Crisi d'Impresa e Insolvenza


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 20896 - pubb. 06/12/2018

Concordato preventivo: accertamenti istruttori disposti dal tribunale ed esercizio del diritto di difesa da parte del debitore

Appello Genova, 23 Novembre 2018. Est. Caiazzo.


Procedimento per l’ammissione al concordato preventivo – Accertamenti istruttori disposti dal Tribunale – Esercizio del diritto di difesa da parte del debitore



Qualora il Tribunale ritenga di porre a fondamento della pronuncia di inammissibilità della domanda di concordato preventivo le risultanze di un’attività istruttoria disposta di ufficio, e non ragioni connesse alla mera valutazione del contenuto della proposta, è tenuto a consentire al debitore proponente di esplicare le proprie potenzialità difensive, mettendolo in condizione di interloquire sulle risultanze dell’attività istruttoria cui è stato dato corso; ne consegue che, in mancanza di audizione del debitore prescritta dall’art. 162, comma 2, l. fall., si determina una lesione del diritto di difesa del debitore con conseguente nullità del decreto di inammissibilità della domanda di concordato preventivo. (massima ufficiale)


Segnalazione dell'Avv. Alessandro Morgante


Il testo integrale