Crisi d'Impresa e Insolvenza


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 20358 - pubb. 31/08/2018

Nella risoluzione del concordato è irrilevante l’imputabilità dell’inadempimento

Cassazione civile, sez. I, 13 Luglio 2018, n. 18738. Est. Pazzi.


Concordato preventivo - Risoluzione ex art. 186 l.fall. - Condizioni - Valutazione dell'imputabilità dell'inadempimento - Esclusione - Fondamento



Il concordato preventivo deve essere risolto, a norma dell'art. 186 l.fall., qualora emerga che esso sia venuto meno alla sua funzione di soddisfare i creditori nella misura promessa, a meno che l'inadempimento non abbia scarsa importanza, a prescindere da eventuali profili di colpa del debitore, non trattandosi di un contratto a prestazioni corrispettive ma di un istituto avente una natura negoziale contemperata da una disciplina che persegue interessi pubblicistici e conduce, all'esito dell'omologa, alla cristallizzazione di un accordo di natura complessa ove una delle parti (la massa dei creditori) ha consistenza composita e plurisoggettiva. (massima ufficiale)


Massimario Ragionato



Il testo integrale