Crisi d'Impresa e Insolvenza


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 18915 - pubb. 30/01/2018

Risoluzione del concordato preventivo e dichiarazione del fallimento d’ufficio: risolta la questione di costituzionalità

Corte Costituzionale, 25 Ottobre 2017, n. 222. Est. Barbera.


Concordato preventivo - Risoluzione - Dichiarazione d’ufficio del fallimento - Questione di costituzionalità - Manifesta infondatezza



E' manifestamente infondata la questione di costituzionalità del combinato disposto degli articoli 137 e 186 l.fall. - sollevata con riferimento agli artt. 3, 35, 38 e 41 della Costituzione - nella parte in cui non prevede che, a seguito della pronuncia di risoluzione del concordato preventivo ad iniziativa di uno o più creditori, il tribunale possa dichiarare d’ufficio il fallimento dell’imprenditore, qualora non vi sia domanda in tal senso da parte dei creditori, del pubblico ministero o dello stesso debitore. (Redazione IL CASO.it) (riproduzione riservata)


Massimario Ragionato



Il testo integrale