Diritto e Procedura Civile


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 18430 - pubb. 11/11/2017

Ordinanza d'inammissibilità dell'appello ex art. 348 ter c.p.c. e mancata audizione delle parti

Cassazione civile, sez. VI, 04 Settembre 2017, n. 20758. Est. De Stefano.


Ordinanza d'inammissibilità dell'appello ex art. 348 ter c.p.c. – Mancata audizione delle parti – Denunzia del vizio – Ricorso straordinario ex art. 111, comma 7, Cost. – Ammissibilità – Fondamento – Fattispecie



L'inosservanza della specifica previsione, di cui all’art. 348 ter, comma 1, c.p.c., di sentire le parti prima di procedere alla trattazione ex art. 350 c.p.c. e di dichiarare inammissibile l’appello, costituisce un vizio proprio dell’ordinanza di inammissibilità resa a norma dell'art. 348 bis c.p.c. e, pertanto, integra una violazione della legge processuale deducibile per cassazione ai sensi dell'art. 111, comma 7, Cost., escludendo anche la necessità di valutare se da tale violazione sia derivato un concreto ed effettivo pregiudizio al diritto di difesa delle parti. (Nella specie, la S.C. ha cassato con rinvio l'ordinanza della corte territoriale, che, dopo aver disposto un rinvio puro e semplice della prima udienza, aveva dichiarato inammissibile l'appello senza procedere a sentire specificamente le parti sull'applicabilità dell'art. 348 bis c.p.c.). (massima ufficiale)


Il testo integrale