Crisi d'Impresa e Insolvenza


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 17713 - pubb. 19/07/2017

Prezzo di aggiudicazione notevolmente inferiore a quello giusto e potere discrezionale del giudice di sospensione della vendita

Cassazione civile, sez. VI, 12 Gennaio 2017, n. 669. Est. Rosa Maria Di Virgilio.


Fallimento - Liquidazione dell'attivo - Vendita di immobili - Modalità - Aggiudicazione - Prezzo notevolmente inferiore a quello giusto - Sospensione della vendita - Potere discrezionale del giudice



In tema di liquidazione dell'attivo fallimentare, al giudice delegato è attribuito, ai sensi dell'art. 108 l.fall. (anche nel testo novellato dal d.lgs. n. 5 del 2006, applicabile "ratione temporis"), il potere discrezionale di disporre la sospensione della vendita anche ad aggiudicazione avvenuta, qualora sussista una notevole sproporzione tra il prezzo offerto e quello giusto, senza peraltro che la legge indichi un rigoroso criterio quantitativo cui correlare la conseguente determinazione affidata al prudente apprezzamento del giudice. (massima ufficiale)


Massimario Ragionato



Il testo integrale