Crisi d'Impresa e Insolvenza


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 16256 - pubb. 25/11/2016

Mancato versamento del deposito e revoca dell'ammissione al concordato preventivo, procedimento

Cassazione civile, sez. I, 23 Settembre 2016, n. 18704. Est. Di Marzio.


Fallimento - Concordato preventivo - Ammissione - Mancato versamento del deposito - Conseguenze - Revoca dell'ammissione al concordato - Procedimento applicabile



L'omesso deposito della somma di cui all'art. 163, comma 3, l.fall., come quantificata nel decreto di ammissione alla procedura di concordato preventivo, innesta, attraverso l'informativa del commissario giudiziale al tribunale, il subprocedimento di revoca dell'ammissione a quella procedura, ex art. 173 l.fall., che si articola in due fasi: la prima, necessaria ed officiosa, nel corso della quale il tribunale verifica la sussistenza dei requisiti per l'adozione del provvedimento; la seconda, eventuale e ad impulso di parte, che può condurre alla dichiarazione di fallimento, ove ne ricorrano i presupposti di cui agli artt. 1 e 5 l.fall. (massima ufficiale)


Massimario Ragionato



Il testo integrale