Crisi d'Impresa e Insolvenza


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 14740 - pubb. 14/04/2016

Ambito di applicazione delle offerte concorrenti ex art. 163-bis l.f.

Tribunale Forlì, 03 Febbraio 2016. Pres., est. Pazzi.


Concordato preventivo – Disciplina delle offerte concorrenti di cui all'art. 163-bis l.f. – Concordato in continuità aziendale – Applicabilità – Vendita concorsuale nella fase preconcordataria – Ammissibilità



L’ art. 163 bis l. fall. ha ricompreso nel novero delle offerte soggette a gara tutte quelle che contemplino come controprestazione un corrispettivo in denaro o siano comunque a titolo oneroso, imponendo, senza alcun margine di discrezionalità per il tribunale, di aprire la procedura competitiva alla luce delle manifestazioni di interesse pervenute e del valore dell' azienda o del bene da liquidare.

La disciplina delle offerte concorrenti si applica a qualsiasi trasferimento di beni in ambito concordatario e quindi non soltanto nelle procedure di natura liquidatoria, ma anche nelle procedure con continuità mista e con continuità funzionale alla cessione dell'azienda.

La vendita concorsuale può avvenire anche nella fase preconcordataria, cioè prima della scadenza del termine concesso dal Tribunale ex art. 161, 6° c., l. fall., in assenza di piano, proposta e relazione attestatrice, come lascia chiaramente intendere il combinato disposto degli artt. 163 bis, ultimo comma, e 182, 5° c., l. fall.

E’ ammissibile l’indizione della gara ai sensi dell’art. 163 bis l. fall. sulla base del prezzo di stima giudicato realizzabile dal commissario giudiziale, tenuto conto delle risultanze di bilancio della società e del suo volume d' affari. (Astorre Mancini) (riproduzione riservata)


Massimario Ragionato



Segnalazione dell'avv. Astorre Mancini - Studio Legale Associato Tentoni, Mancini & Riccio del Foro di Rimini
mancini@studiotmr.it  
  

Il testo integrale