Crisi d'Impresa e Insolvenza


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 19931 - pubb. 12/06/2018

Piano del consumatore, meritevolezza e cessione del quinto

Tribunale Napoli Nord, 18 Maggio 2018. Est. De Vivo.


Sovraindebitamento – Piano del consumatore – Falcidia credito – Pignoramento – Cessione del quinto – Meritevolezza 124-bis t.u.b.



È meritevole di accoglimento, perchè non ravvisabile la colpevolezza dell’indebitamento, il piano del consumatore avente ad oggetto debiti contratti per far fronte alle esigenze del numeroso nucleo familiare.
Al fine della valutazione della diligenza impiegata dal debitore nella assunzione delle obbligazioni, rileva la circostanza che, vigente la previsione che sancisce la verifica del merito creditizio ex art. 124-bis t.u.b. in capo all’istituto di credito, le banche abbiano comunque continuato a finanziare il debitore istante.
In ottemperanza al principio della parità di trattamento dei creditori, anche il cessionario del quinto può essere assoggettato alla falcidia del credito prevista per i creditori chirografari.
Nella valutazione della convenienza del piano rispetto alla alternativa liquidatoria, l’ O.C.C. è tenuto altresì a considerare che, ove l’immobile sottoposto ad esecuzione fosse cointestato anche al coniuge non debitore,  il creditore pignorante avrà diritto in sede di distribuzione solo alla metà del ricavato della vendita del bene, mentre la residua somma risultante dalla vendita coatta dovrà essere restituita per la metà all’altro coniuge.
Le somme a titolo di t.f.r. non possono essere messe a disposizione dei creditori quando il rapporto di lavoro del debitore istante è ancora in essere, ma solo al momento della cessazione dello stesso. (Gianluigi Passarelli) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell'Avv. Gianluigi Passarelli


Il testo integrale