LIBRO QUINTO
Del lavoro
TITOLO VII
Dell'associazione in partecipazione

Art. 2554

Partecipazione agli utili e alle perdite
TESTO A FRONTE

I. Le disposizioni degli articoli 2551 e 2552 si applicano anche al contratto di cointeressenza agli utili di una impresa senza partecipazione alle perdite, e al contratto con il quale un contraente attribuisce la partecipazione agli utili e alle perdite della sua impresa, senza il corrispettivo di un determinato apporto.

II. Per le partecipazioni agli utili attribuite ai prestatori di lavoro resta salva la disposizione dell'articolo 2102.


GIURISPRUDENZA

Contratto di cointeressenza – Gestione dell’affare – Associante e associato..
E’ qualificato come contratto di cointeressenza agli utili senza partecipazione alle perdite ai sensi e per gli effetti dell’art. 2554 c.c. quel contratto in forza del quale la gestione dell’affare oggetto della partecipazione spetta in via esclusiva all’associante e, quindi, in mancanza di una determinazione contrattuale circa il controllo da esercitarsi dall’associato ai sensi dell’art. 2552 c.c., il medesimo non ha altro diritto che quello di percepire gli utili spettantigli cosicché anche in caso di non conclusione dell’affare l’associato ha diritto alla restituzione del capitale eventualmente investito stante la sua esclusione alle perdite, tipica del contratto in questione. (Michela Forte) (riproduzione riservata) Tribunale Milano, 20 Giugno 2012.