LIBRO QUINTO
Del lavoro
TITOLO V
Delle società
CAPO VII
Della società a responsabilità limitata
SEZIONE II
Dei conferimenti e delle quote

Art. 2471-bis

Pegno, usufrutto e sequestro della partecipazione
TESTO A FRONTE

I. La partecipazione può formare oggetto di pegno, usufrutto e sequestro. Salvo quanto disposto dal terzo comma dell'articolo che precede, si applicano le disposizioni dell'articolo 2352.

GIURISPRUDENZA

Sequestro conservativo avente ad oggetto partecipazioni detenute da società lussemburghesi – Giurisdizione italiana – Sussistenza – criteri di collegamento..
Sussiste, ai sensi dell’articolo 10 legge 218/95, la giurisdizione italiana in relazione al ricorso per sequestro conservativo di partecipazioni societarie detenute da società lussemburghesi in società italiane, trattandosi di provvedimento cautelare che deve essere eseguito in Italia. (Francesco Dialti) (riproduzione riservata) Tribunale Savona, 15 Novembre 2012.


Società a responsabilità limitata - Controversia in ordine alla proprietà delle quote - Tutela cautelare - Richiesta di restituzione della società - Inammissibilità - Sequestro giudiziario..
Qualora vi sia controversia in ordine alla proprietà di quote di società a responsabilità limitata, il mezzo idoneo alla tutela dell'avviamento e degli altri valori aziendali relativi all'attività esercitata dalla società è il sequestro giudiziario di cui all'articolo 670 c.p.c. e non il ricorso ex articolo 700 c.p.c. con il quale si chieda l'immediata restituzione della società o eventualmente l'affidamento della stessa a custode che provveda alla sua gestione temporanea, ciò anche in considerazione del fatto che la titolarità delle quote non già di per sé diritto alla gestione della società. (Franco Benassi) (riproduzione riservata) Tribunale Novara, 21 Maggio 2012.


Procedimento civile – Integrità del contraddittorio – Società a responsabilità limitata sottoposta a misura di prevenzione del sequestro di quote – Permanenza capacità giuridica e processuale a mezzo del proprio legale rappresentante..
Nel caso di provvedimento di sequestro di quote di una società a responsabilità limitata adottato in sede di misure di prevenzione, il sequestro incide sulle quote sociali ma non priva l’ente della capacità giuridica e d’agire a mezzo del proprio legale rappresentante. (Luca Caputo) (riproduzione riservata) Tribunale Santa Maria Capua Vetere, 09 Agosto 2011.


Procedimento civile – Integrità del contraddittorio – Società a responsabilità limitata sottoposta a misura di prevenzione del sequestro di quote – Notifica nei confronti del legale rappresentante – Validità..
Nel caso di notifica a società a responsabilità limitata sottoposta a misura di prevenzione del sequestro di quote non solo non è necessario notificare il ricorso all’amministratore giudiziario delle quote sociali confiscate, ma ciò è anche inutile da un punto di vista processuale, atteso che gli amministratori giudiziari delle quote della società nominati dal Tribunale non sono legittimati ad agire in nome e per conto della società, non rivestendo la qualifica di rappresentanti legali dell’ente, considerato che l’adozione di un provvedimento di confisca ex l. n. 575/65 non determina una successione universale dello Stato (e per esso degli amministratori giudiziari) nel patrimonio dell’ente con conseguente subingresso anche nelle situazioni soggettive passive. (Luca Caputo) (riproduzione riservata) Tribunale Santa Maria Capua Vetere, 09 Agosto 2011.


Società a responsabilità limitata - Custode giudiziario delle quote sociali - Accertamento della causa di scioglimento ex articolo 2485, comma due c.c. - Legittimazione del custode - Sussistenza..
Il custode giudiziario di quote di società a responsabilità limitata è legittimato a richiedere, in luogo dei soci, l'accertamento della sussistenza della causa di scioglimento di cui all'articolo 2485, comma 2, c.c.. (Franco Benassi) (riproduzione riservata) Tribunale Brescia, 24 Giugno 2011.


Azione revocatoria ordinaria - Vendita di quote di società a responsabilità limitata - Sequestro giudiziario in corso di causa - Pregiudizio e periculum in mora - Presupposti..
Nell'ambito di procedimento cautelare in corso di causa volto ad ottenere il sequestro giudiziario di quote di società a responsabilità limitata, la cui alienazione è oggetto di azione revocatoria ordinaria, l'elemento oggettivo del pregiudizio alle ragioni dei creditori è facilmente individuabile nel fatto che le quote sono uscite dal patrimonio della società successivamente fallita in un contesto di chiara sofferenza economica ed in cambio di una somma di denaro, bene, questo, facilmente occultabile e distraibile. Nella fattispecie, poi, il requisito del periculum - inteso, trattandosi di provvedimento di sequestro giudiziario, come opportunità di provvedere alla custodia o alla gestione del bene - è costituito dal fatto che le quote di società a responsabilità limitata sono suscettibili di facile alienazione e, in caso di gestione non corretta, di rapido depauperamento. (Franco Benassi) (riproduzione riservata) Tribunale Brescia, 11 Febbraio 2011.