LIBRO PRIMO
Disposizioni generali
TITOLO I
Degli organi giudiziari
CAPO I
Del giudice
SEZIONE II
Della competenza per materia e valore

Art. 15

Cause relative a beni immobili
Testo a fronte
TESTO A FRONTE

I. Il valore delle cause relative a beni immobili è determinato moltiplicando il reddito dominicale del terreno e la rendita catastale del fabbricato alla data della proposizione della domanda:

per duecento per le cause relative alla proprietà;

per cento per le cause relative all'usufrutto, all'uso, all'abitazione, alla nuda proprietà e al diritto dell'enfiteuta;

per cinquanta con riferimento al fondo servente per le cause relative alle servitù.

II. Il valore delle cause per il regolamento di confini si desume dal valore della parte di proprietà controversa, se questa è determinata; altrimenti il giudice lo determina a norma del comma seguente.

III. Se per l'immobile all'atto della proposizione della domanda non risulta il reddito dominicale o la rendita catastale, il giudice determina il valore della causa secondo quanto emerge dagli atti, e se questi non offrono elementi per la stima, ritiene la causa di valore indeterminabile.


GIURISPRUDENZA

Ordinanza per il pagamento di somme non contestate (art. 186 bis c.p.c.) – Non contestazione – Fattispecie..
La norma di cui all’art. 186 bis c.p.c. che consente l’emissione di ordinanza per il pagamento di somme non contestate deve essere correlata al disposto di cui all’art. 115, comma 1, c.p.c. che impone al Giudice di porre a fondamento della decisione (che può rivestire anche carattere sommario e interinale) i fatti non specificamente contestati dalla parte costituita. (Mauro Bernardi) (riproduzione riservata) Tribunale Mantova, 22 Settembre 2011.