ilcaso.it
Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 29745 - pubb. 21/09/2023.

Impugnazione delibera condominiale e competenza


Cassazione civile, sez. II, 04 Settembre 2023. Pres. Manna. Est. Caponi.

Condominio - Impugnazione delibera - Competenza per valore


È il valore complessivo della delibera impugnata a determinare la competenza giurisdizionale, non tanto la voce di spesa contestata dal singolo condomino.


"Come questa Corte ha avuto l'opportunità di mettere in evidenza (cfr. Cass. 9068/2022, che si richiama in particolare a Cass. 19250/2021), la giurisprudenza di legittimità è approdata recentemente al convincimento che, ai fini della individuazione del giudice competente per valore a conoscere della domanda di impugnazione di una delibera assembleare, ove si tratti di domanda proposta da un condomino al fine di contestare l'an o il quantum della quota di partecipazione alle spese condominiali a lui attribuita, il valore da prendere in considerazione non si commisura all'entità del singolo importo contestato, ma all'intero ammontare della spesa (della cui frazione in capo all'impugnante si controverte), così come risulta dal riparto approvato dall'assemblea del condominio. Tale convincimento ha determinato il superamento del precedente orientamento opposto, che determinava il valore della causa sulla base della singola frazione contestata dell'importo complessivo del relativo capo di spesa. Così, tra le altre, per l'orientamento recentemente superato, Cass. 971/2001 in una fattispecie in cui si discuteva della ripartizione del 50% delle spese di pulizia secondo i piani in cui si trovano le unità immobiliari, mentre era incontestato l'altro 50% secondo i millesimi." (Redazione IL CASO.it) (riproduzione riservata)