Diritto e Procedura Civile


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 9410 - pubb. 11/09/2013

Notifica a persona deceduta: inesistente. Sentenze eventualmente emesse? Nulle. Tutto da rifare

Cassazione civile, sez. I, 06 Giugno 2013, n. 14360. Est. Nuzzo.


Notificazione della citazione introduttiva del giudizio – A persona già deceduta – Nullità della notifica – Esclusione – Inesistenza della notifica – Sussiste.



La notificazione della citazione introduttiva del giudizio di primo grado effettuata ad una persona già deceduta è inficiata da giuridica inesistenza, posto che la capacità giuridica si acquista al momento della nascita e si estingue con la morte della persona fisica, ex art. 1 c.c.; sono venuti a mancare, quindi, i presupposti per produrre quel minimo di elementi o di presupposti necessari per produrre l'effetto di certezza giuridica, costituente lo scopo del giudicato, considerato che entrambe le sentenze sono state rese nei confronti di soggetto già deceduto al momento della notificazione dell'atto introduttivo del giudizio (Cass. n. 11688/2001; n. 12292/2001; n. 2023/1993). Sono, perciò, affette da nullità insanabile sia sentenza di primo che quella di secondo grado. Tale invalidità è, peraltro, rilevabile di ufficio in ogni stato e grado del giudizio. (Giuseppe Buffone) (riproduzione riservata)


Segnalazione del Dott. Giuseppe Buffone



Il testo integrale