Crisi d'Impresa e Insolvenza


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 8687 - pubb. 25/03/2013

Offerta migliorativa dopo la approvazione del concordato da parte dei creditori e obbligazione naturale

Tribunale Novara, 07 Marzo 2013. Est. Guendalina Pascale.


Concordato preventivo - Offerta migliorativa successiva alla votazione - Inammissibilità - Obbligazione naturale.



Poiché le modificazioni alla proposta di concordato successive alla votazione dei creditori devono considerarsi inammissibili, l'impegno del debitore di pagare una percentuale maggiore che venga assunto dopo la votazione può essere considerato alla stregua di un'obbligazione naturale la quale, una volta adempiuta, non consente la ripetizione di quanto corrisposto. (Franco Benassi) (riproduzione riservata)


Massimario Ragionato



Segnalazione del Dott. Bartolomeo Quatraro


Il testo integrale