Diritto Fallimentare


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 8303 - pubb. 11/01/2013

Opposizione allo stato passivo e termine per la notifica del ricorso e del decreto di fissazione dell'udienza

Cassazione civile, sez. I, 28 Maggio 2012, n. 8439. Estensore: De Chiara.


Fallimento ed altre procedure concorsuali - Fallimento - Passività fallimentari (accertamento del passivo) - Opposizione allo stato passivo - In genere - Regime successivo al d.lgs. n. 5 del 2006 - Notifica del ricorso e del decreto di fissazione dell'udienza - Termine dei dieci giorni - Natura ordinatoria - Configurabilità - Fondamento.



In tema di opposizione allo stato passivo fallimentare, il termine di dieci giorni per la notifica al curatore del ricorso, con il decreto di fissazione dell'udienza davanti al giudice delegato, deve considerarsi ordinatorio, dal momento che l'obbligo di notifica al curatore è stato disciplinato dal d.lgs. 9 gennaio 2006, n. 5 in maniera identica a quello previsto per la notifica al fallito, restando, a tali fini, irrilevante la soppressione di quest'ultimo con il decreto correttivo del 12 settembre 2007, n. 169.


Massimario Ragionato



Il testo integrale


Segnalazione Avv. Paola Cuzzocrea