Diritto Fallimentare


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 7965 - pubb. 22/10/2012

Utilità per il debitore e per i creditori dell'assistenza professionale prestata nell'ambito del concordato preventivo

Cassazione civile, sez. I, 10 Maggio 2012, n. 7166. Est. Bernabai.


Assistenza del debitore nel concordato preventivo - Credito del professionista - Ammissione al passivo nel successivo fallimento - Utilità per i creditori e per il debitore - Necessità.



Non deve essere ammesso al passivo del fallimento il credito per prestazioni professionali di assistenza al debitore nell'ambito della procedura di concordato preventivo qualora le prestazioni si siano rivelate di nessuna utilità per la massa dei creditori e che, sin dall'inizio, non consentivano di individuare alcun plausibile vantaggio per l’impresa destinata, invece, al fallimento. (Franco Benassi) (riproduzione riservata)


Massimario Ragionato



Massimario, art. 111 l. fall.


Il testo integrale