Diritto Fallimentare


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 6201 - pubb. 01/08/2011

Insinuazione al passivo basata su titoli alternativi; prededuzione di canone di affitto di azienda

Tribunale Udine, 14 Luglio 2011. Est. Mimma Grisafi.


Accertamento del passivo - Domanda di ammissione di credito fondata su titoli diversi ed alternativi - Ammissibilità.

Fallimento - Affitto di ramo d'azienda - Obbligo della curatela di pagamento dei canoni - Prededuzione.



E' del tutto legittimo che il ricorrente in opposizione allo stato passivo prospetti a fondamento della pretesa svolta nei confronti della curatela diversi titoli, tra loro alternativi; è, pertanto, infondata la eccezione di nullità che deduca l’incertezza della domanda così proposta. (Irma Giovanna Antonini) (riproduzione riservata)

La curatela non è liberata dall'obbligo di corrispondere i canoni relativi ad un contratto di affitto di ramo di azienda per il periodo successivo alla cessione dell'azienda e sino alla liberazione dei locali. Al momento della scadenza del contratto, la curatela è, infatti, tenuta a restituire la cosa locata dovendo altrimenti pagarne i canoni, credito che va senz'altro ammesso in prededuzione, in quanto sorto in occasione, oltre che in funzione, della procedura concorsuale. (Irma Giovanna Antonini) (riproduzione riservata)


In collaborazione con www.unijuris.it


Massimario, art. 79 l. fall.

Massimario, art. 98 l. fall.

Massimario, art. 99 l. fall.


Il testo integrale