Diritto Societario e Registro Imprese


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 27536 - pubb. 23/06/2022

Limiti all’esercizio dell’azione di responsabilità ex art. 2395 c.c. da parte dei creditori in caso di fallimento della società

Appello Napoli, 28 Aprile 2021. Pres. Celentano. Est. Galasso.


Azione individuale di responsabilità esercitata dal terzo – Legittimazione all’esercizio da parte dei singoli creditori in caso di fallimento della società – Limiti – Natura del danno risarcibile



Dopo la dichiarazione di fallimento di una società per azioni, l’azione di responsabilità ex art. 2395 c.c. resta azione individuale, sicché il curatore non è legittimato ad esercitarla, mentre possono provvedervi i danneggiati. Tuttavia questi ultimi sono legittimati all’esercizio dell’azione solo ove la condotta lamentata abbia cagionato un danno diretto a determinati e ben individuati soggetti e non ove questi ultimi siano stati danneggiati unitamente a tutti gli altri creditori della fallita, giacché in quest’ultimo caso il danno non può più considerarsi diretto, ma solo conseguenza di quello arrecato al patrimonio sociale. (massima ufficiale)


Il testo integrale