Diritto del Lavoro


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 23298 - pubb. 28/02/2020

Prescrizione e legittimazione ad agire del contribuente in materia di crediti previdenziali

Tribunale Messina, 14 Febbraio 2020. Est. Valeria Totaro.


Legittimazione ad agire – Crediti previdenziali – Eventi estintivi del credito

Prescrizione – Termine breve



È legittimato ad agire per l’accertamento dell’estinzione dei propri debiti previdenziali il contribuente che fa valere il verificarsi di eventi estintivi del credito intervenuti successivamente alla notifica della cartella che si intende impugnare.

I contributi e i premi assicurativi dovuti dai lavoratori e dai datori di lavoro si prescrivono nel termine breve di cinque anni a partire dal gennaio 1996. La mancata impugnazione della cartella entro il termine stabilito dalla legge ha come effetto sostanziale quello di rendere irretrattabile il credito, ma non anche la conversione del termine prescrizionale da breve in ordinario, posto che la cartella non impugnata non può essere in ogni caso assimilata ad un titolo giudiziale. (Enrico Scoccini) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell’Avv. Enrico Scoccini


Il testo integrale