Crisi d'Impresa e Insolvenza


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 21666 - pubb. 11/01/2019

Subentro del curatore e indennità di avviamento

Cassazione civile, sez. III, 09 Maggio 2002, n. 6650. Est. Limongelli.


Locazione - Conduttore fallito - Conseguente cessazione dell'impresa - Indennità di avviamento - Spettanza - Esclusione - Fondamento



L'indennità di avviamento ex art. 34 della legge n. 392/1978 non è dovuta quando il conduttore abbia cessato l'esercizio della sua impresa non in conseguenza della cessazione del rapporto locativo, bensì per effetto del fallimento, che comporta la cessazione dell'attività d'impresa e l'acquisizione alla massa dell'azienda; ne' rileva a tal fine che il curatore abbia, per realizzare le ragioni del fallimento, continuato nell'immobile locato, fino alla naturale scadenza del contratto, l'attività di vendita precedentemente svolta dal conduttore fallito. (massima ufficiale)


Massimario Ragionato



Il testo integrale