Il Condominio


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 21394 - pubb. 19/03/2019

Inservibilità del bene all'uso o al godimento ed inutilizzabilità secondo la naturale fruibilità

Cassazione civile, sez. II, 29 Agosto 2018, n. 21342. Est. Elisa Picaroni.


Innovazione vietata - Inservibilità del bene all'uso o al godimento - Caratteri - Inutilizzabilità secondo la naturale fruibilità - Rilevanza di specificità - Limiti - Fattispecie



In tema di condominio negli edifici, il limite fissato dall'art. 1120, ultimo comma, c.c. non si indentifica nel semplice disagio, ovvero nel minor godimento che l'innovazione procuri al singolo condomino rispetto a quella che, fino a quel momento, è stata la sua fruizione della cosa comune, implicando il concetto di inservibilità la concreta inutilizzabilità della "res communis" secondo la sua naturale fruibilità. (In applicazione di tale principio la S.C. ha affermato che non dà luogo a una innovazione vietata ex art. 1120 c.c. la destinazione a parcheggio di un'area adibita a giardino condominiale). (massima ufficiale)


Il testo integrale