Diritto Societario e Registro Imprese


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 21194 - pubb. 07/02/2019

Giurisdizione cautelare ante causam: sussistenza anche a fronte di designazione convenzionale di foro svizzero

Tribunale Milano, 14 Settembre 2018. Est. Amina Simonetti.


Designazione convenzionale di foro svizzero - Giurisdizione cautelare italiana ante causam; Sequestro conservativo - Ricorso ex art 671 c.p.c. - Sequestro di quote di società a responsabilità limitata; Competenza Tribunale delle Imprese ex art. 3 co II lett.b D. Lgs n. 168/2003 - Società avente sede all’estero - Competenza territoriale Tribunale delle Imprese ex art.4 co I bis D. Lgs n. 168/2003 - Prevalenza su competenza ex art. 669 ter comma III, c.p.c.



La titolarità in capo alla società debitrice svizzera, nei cui confronti sia richiesto sequestro conservativo, di partecipazioni sociali in una s.r.l. avente sede in Italia, giustifica la giurisdizione e competenza del giudice italiano quale tribunale del luogo (Italia) ove la creditrice potrà eseguire la misura cautelare, sui beni di proprietà della debitrice che si trovano in Italia (quote di s.r.l), posto che la causa di merito appartiene alla giurisdizione Svizzera, avendo le parti, nell’accordo dedotto dalla ricorrente a fondamento della pretesa creditoria verso la debitrice svizzera, designato convenzionalmente come foro competente quello del Tribunale di Basilea, Svizzera.
Sussiste la competenza del Tribunale (delle Imprese) di Milano ex art. 4 comma 1 bis D. Lgs n. 168/2003, art. 669 ter, comma 3 c.p.c., art 10 L. 218/1995 in considerazione del fatto che unico bene della debitrice svizzera è costituito dalle partecipazioni al capitale sociale della s.r.l. italiana. (Ambra De Domenico) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell'Avv. Ambra De Domenico – Amato, Matera & Associati, Studio Legale


Il testo integrale