Diritto Civile


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 21009 - pubb. 29/12/2018

Ricorso al pretore per la determinazione delle modalità di esecuzione: demolizione delle sole parti dell'opera che superano i limiti di legge

Cassazione civile, sez. II, 28 Novembre 2018, n. 30761. Est. Milena Falaschi.


Esecuzione forzata - Ricorso al pretore per la determinazione delle modalità di esecuzione - Mancato rispetto delle distanze o dei confini - Necessità di demolizione delle sole parti dell'opera che superano i limiti di legge - Omessa specificazione della misura della violazione - Soggetto competente al relativo accertamento - Giudice dell'esecuzione



Ove sia realizzata una costruzione in violazione delle distanze o dei confini, la riconosciuta illegittimità della stessa non ne comporta necessariamente la demolizione integrale, ma, unicamente, la riduzione entro i limiti di legge, con demolizione delle sole parti che superano tali limiti. Ne consegue che, nell'ipotesi in cui venga ordinata la demolizione della costruzione illegittima, senza specificare l'esatta misura della inosservanza di distanze o confini, il relativo accertamento può essere effettuato esclusivamente dal giudice dell'esecuzione, nell'esercizio dei poteri previsti dall'art. 612 c.p.c. (massima ufficiale)


Il testo integrale