Crisi d'Impresa e Insolvenza


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 18662 - pubb. 19/12/2017

Tribunale Bari, 12 Dicembre 2017. Est. Ruffino.


Fallimento - Procedimento - Istanza del pubblico ministero - Legittimazione ex art. 7 l.f. - Allegazione e prova - Necessità



L'Ufficio del pubblico ministero, quando propone un'istanza di fallimento, non può limitarsi a "spendere" la propria qualità soggettiva, ma deve anche allegare e dimostrare che la propria iniziativa è correlata ad una delle situazioni legittimanti espressamente previste dall'art. 7 l.fall.

Nel caso di specie, è accaduto che il P.M. istante, fatto salvo l'inserimento nell'intestazione del ricorso introduttivo del mero numero di un non meglio qualificato procedimento e il riferimento ad "annotazioni" della Guardia di Finanza, ha omesso qualunque allegazione specifica concernente il collegamento tra la chiesta declaratoria di fallimento e una delle situazioni tipizzate dall'art. 7 l.fall., così mancando di illustrare ante omnia, com'era onerato di fare, la propria legittimazione ad agire: ciò che il Tribunale ha il potere di rilevare officiosamente, trattandosi della necessaria verifica delle condizioni dell'azione, che devono riscontrarsi, al più tardi, al momento della decisione (giurisprudenza pacifica). (Franco Benassi) (riproduzione riservata)


Segnalazione del Prof. Massimo Fabiani


Il testo integrale