Crisi d'Impresa e Insolvenza


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 18640 - pubb. 13/12/2017

L'azione proposta dal creditore nei confronti di istituto di credito posto in liquidazione coatta amministrativa è improcedibile

Cassazione civile, sez. I, 13 Ottobre 2017, n. 24181. Est. Genovese.


Istituti o enti di credito - Altre aziende di credito - Liquidazione - Istituto di credito - Cessione delle attività e passività - Debiti del cedente - Azione nei confronti del cedente - Improcedibilità - Responsabilità del cessionario - Limiti - Debiti risultanti dallo stato passivo - Fondamento



L'azione proposta dal creditore di un istituto di credito, posto in liquidazione coatta amministrativa con cessione delle attività e passività, è improcedibile nei confronti della banca cedente, mentre nei confronti della banca cessionaria può trovare accoglimento solo per i debiti risultanti dallo stato passivo della liquidazione, come espressamente prevede l'art. 90 del d.lgs. n. 385 del 1993. (massima ufficiale)


Il testo integrale