Crisi d'Impresa e Insolvenza


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 18375 - pubb. 03/11/2017

Sospensione della vendita e legittimazione al reclamo del legale rappresentante della società fallita

Cassazione civile, sez. I, 20 Settembre 2017, n. 21837. Est. Fichera.


Fallimento - Organi - Giudice delegato - Provvedimenti - Reclami - Interesse ex art. 100 c.p.c. - Necessità - Sussistenza - Fallimento di società di capitali - Provvedimenti sulla liquidazione dei beni sociali – Sospensione della vendita - Legittimazione del legale rappresentante - Esclusione - Ragioni



Il legale rappresentante della società fallita, a differenza di quest'ultima, non è legittimato a proporre reclamo ex art. 26 l.fall. avverso il provvedimento del giudice delegato che abbia negato la sospensione della vendita coattiva dei beni sociali, in quanto egli non vanta alcun reale diritto su quei beni, essendo perciò titolare non del necessario interesse ex art. 100 c.p.c., bensì di un mero interesse di fatto alla conservazione del patrimonio sociale. (massima ufficiale)


Massimario Ragionato



Il testo integrale