Crisi d'Impresa e Insolvenza


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 17693 - pubb. 15/07/2017

Incompatibilità del giudice delegato, che ha pronunciato il decreto di esecutività dello stato passivo

Cassazione civile, sez. I, 09 Novembre 2016, n. 22835. Est. De Chiara.


Fallimento - Opposizione alla stato passivo - Incompatibilità del giudice delegato a far parte del collegio giudicante - Nullità della pronuncia - Esclusione - Fondamento - Limiti



L'incompatibilità del giudice delegato, che ha pronunciato il decreto di esecutività dello stato passivo, a far parte del collegio chiamato a decidere sulla conseguente opposizione, non determina una nullità deducibile in sede di impugnazione, in quanto tale incompatibilità, salvi i casi di interesse proprio e diretto nella causa, può dar luogo soltanto all'esercizio del potere di ricusazione, che la parte interessata ha l'onere di far valere, in caso di mancata astensione, nelle forme e nei termini di cui all'art. 52 c.p.c. (massima ufficiale)


Massimario Ragionato



Il testo integrale