Crisi d'Impresa e Insolvenza


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 17146 - pubb. 02/05/2017

Effetti della chiusura del fallimento sui processi in cui sia parte il curatore

Cassazione civile, sez. I, 27 Ottobre 2016, n. 21742. Est. Bisogni.


Fallimento - Cessazione - Chiusura del fallimento - Effetti sui processi in corso - Interruzione - Effetto automatico - Esclusione - Dichiarazione dell'evento da parte del procuratore costituito - Necessità



La chiusura del fallimento non produce effetti interruttivi automatici sui processi in cui sia parte il curatore, perché la perdita della capacità processuale che ne consegue non si sottrae alla regola, dettata a tal fine dall'art. 300 c.p.c., della necessità della dichiarazione in giudizio da parte del procuratore dell'evento interruttivo. (massima ufficiale)


Massimario Ragionato



Il testo integrale