Crisi d'Impresa e Insolvenza


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 16745 - pubb. 17/02/2017

Revoca del fallimento per vizi processuali e nuova dichiarazione fondata sugli stessi elementi di fatto

Cassazione civile, sez. I, 06 Febbraio 2017, n. 2958. Est. Magda Cristiano.


Fallimento – Procedimento – Revoca della dichiarazione di fallimento per difetto di condizione di procedibilità – Autorità di giudicato – Esclusione – Nuova sentenza di fallimento fondata sui medesimi elementi di fatto – Ammissibilità



La statuizione di revoca della dichiarazione di fallimento per difetto di una condizione di procedibilità dell'azione (e non per l'accertamento negativo dello stato di insolvenza), è inidonea ad assumere autorità di giudicato in senso sostanziale, e non osta, pertanto, all'emissione di una nuova sentenza dichiarativa nei confronti dell’impresa, ancorché fondata sui medesimi elementi di fatto che, già nella prima sentenza, erano stati ritenuti indicativi del suo dissesto. (Redazione IL CASO.it) (riproduzione riservata)


Massimario Ragionato



Il testo integrale