Crisi d'Impresa e Insolvenza


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 16071 - pubb. 02/11/2016

Concordato preventivo, persistenza della causa concreta e sindacato del tribunale

Tribunale Pavia, 14 Ottobre 2016. Est. Balba.


Concordato preventivo - Causa concreta - Sindacato del tribunale - Equilibrio finanziario - Persistenza della causa concreta - Fattibilità giuridica del piano



Costituisce la causa concreta della procedura concordataria in continuità diretta il miglior soddisfacimento dei creditori per mezzo della fuoriuscita dell’impresa dallo stato di crisi in condizione di persistente operatività. In fase di ammissione elementi centrali oggetto di valutazione sono il piano e l’attestazione. L’equilibrio finanziario si pone come obiettivo del piano e l’attestazione, che ha un orizzonte temporale coincidente con quello del piano, il fulcro dell’analisi del Tribunale.

In fase di omologa,  il Tribunale, per mezzo del commissario, ha a disposizione per la sua valutazione anche l’ulteriore elemento del periodo di continuità aziendale, svolta durante la pendenza della procedura. Potrà effettuate la propria valutazione non soltanto verificando la correttezza dell’analisi prognostica del piano, ma anche tenendo in considerazione i risultati medio tempore verificatesi che ben potranno costituire elemento di prova della prognosi formulata in sede di ammissione della procedura.
Questo accertamento, che si concretizza nella verifica della persistenza della causa concreta della domanda concordataria, costituisce sindacato sulla fattibilità giuridica del piano e non sul merito riservato ai creditori.

Conseguentemente il ritrovato equilibrio finanziario costituisce pre requisito per ottenere l’omologa stessa di una proposta concordataria con continuità aziendale diretta, procedura che non potrebbe neppure ottenere l’omologa se non venisse accertato dal Tribunale, con l’ausilio del commissario giudiziale, l’attualità o la potenzialità (nel rispetto del termine del piano) dello stesso e della sostenibilità del debito complessivo generato dalla continuità. (Andrea Balba) (riproduzione riservata)


Massimario Ragionato



Segnalazione del Dott. Andrea Balba


Il testo integrale