Crisi d'Impresa e Insolvenza


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 15887 - pubb. 05/10/2016

Concordato misto: applicazione del criterio della prevalenza mediante individuazione della quota principale dell’attivo concordatario

Tribunale Monza, 26 Luglio 2016. Pres., est. Nardecchia.


Concordato preventivo - Concordato misto liquidatorio e con continuità aziendale - Disciplina applicabile - Criterio della prevalenza - Individuazione della quota principale dell’attivo concordatario



Al fine di stabilire se ad un concordato caratterizzato dalla continuità aziendale che preveda tuttavia anche la liquidazione dei beni non funzionali alla prosecuzione dell’attività, si debba applicare la disciplina della continuità di cui all’articolo 186-bis legge fall. o quella del concordato liquidatorio, si dovrà fare ricorso al criterio della prevalenza, valutando in concreto se i creditori siano soddisfatti in misura maggiore dal ricavato dall’affitto o dalla vendita dell’azienda o piuttosto che dal ricavato dalla liquidazione degli altri beni necessari alla prosecuzione dell’attività d’impresa. (Franco Benassi) (riproduzione riservata)


Massimario Ragionato



Il testo integrale