Diritto dei Mercati Finanziari


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 15574 - pubb. 19/07/2016

Contratto misto assicurativo-finanziario e clausola che addossa il rischio finanziario al cliente

Appello Palermo, 05 Novembre 2015. Est. Maria Letizia Barone.


Contratti assicurativi – Contratto misto assicurativo-finanziario – Con assunzione del rischio ad esclusivo carico dell’assicurato – Natura vessatoria della clausola



È fuor di dubbio la natura vessatoria delle clausole volte a limitare la responsabilità dell’assicurazione che le ha predisposte, escludendo dal rischio garantito la variabilità in negativo del parametro finanziario di riferimento per le prestazioni a carico dell’assicurazione.
Alla luce di dette clausole emerge la natura finanziaria della polizza e lo svuotamento della causa tipica del contratto assicurativo, con la conseguente assunzione dell’azzardo speculativo esclusivamente a carico dell’assicurato, che in tal modo rimane scoperto dal rischio indicato in polizza, essendo parametrata qualsiasi prestazione della società al valore effettivo del titolo su cui era stato concentrato l’investimento.
Per le dette ragioni le clausole suddette devono essere specificamente approvate per iscritto dal contraente, pena la loro inefficacia.
[Nella fattispecie, la somma che l’assicuratore avrebbe dovuto corrispondere alla scadenza contrattuale o in caso di premorienza dell’assicurato dipendeva dal valore del titolo strutturato su cui lo stesso assicuratore aveva investito il premio, e il contratto non prevedeva, in caso di andamento negativo del titolo, alcuna garanzia in merito all’ammontare delle somme da corrispondere.] (Chiara Bosi) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell'Avv. Alessandro Palmigiano


Il testo integrale