Diritto dei Mercati Finanziari


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 15427 - pubb. 08/07/2016

Il precedente acquisto di titoli a rischio non esime la banca dagli obblighi di informazione verso il cliente

Cassazione civile, sez. I, 11 Aprile 2016, n. 7071. Est. Bernabai.


Contratti di borsa – Acquisto di titoli ad alto rischio – Nullità del contratto per violazione degli obblighi informativi da parte della banca – Precedente acquisto di titoli esteri da parte del cliente – Circostanza esimente – Esclusione



A fronte di ordini di acquisto che non potevano non essere conosciuti dalla banca come ad alto rischio in virtù delle informazioni privilegiate in suo possesso, non è idoneo in senso esimente – ad escludere la violazione dell’art.29 del Regolamento Consob - il precedente acquisto, da parte dello stesso cliente, di titoli esteri caratterizzati da un’alea maggiore del normale, in mancanza di una disposizione scritta dello stesso cliente che ne autorizzasse l’acquisto nonostante le informazioni ricevute sulle ragioni che sconsigliavano l’investimento. [Fattispecie in materia di acquisto di bond argentini: la Cassazione ha confermato la sentenza con cui la Corte d’Appello aveva dichiarato la responsabilità dell’istituto di credito per essersi limitato a fornire al cliente informazioni generiche]. (Chiara Bosi) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell'Avv. Giuseppe Eugenio Lozupone


Il testo integrale