Crisi d'Impresa e Insolvenza


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 14733 - pubb. 14/04/2016

Voto del fideiussore nel concordato

Appello Napoli, 11 Febbraio 2016. Est. D'Aquino.


Concordato preventivo – Partecipazione al voto dei fideiussori non ancora escussi – Esclusione – Rischio di duplicazione di voti in relazione allo stesso credito



Nonostante il riconoscimento della qualità di creditore condizionale al fideiussore non escusso, va esclusa la possibilità che partecipi al voto in sede di concordato poiché è prevalente l’esigenza di scongiurare il rischio di incremento del passivo ai fini del voto e della conseguente alterazione delle maggioranze, non ostando a tale opzione ermeneutica l’ammissione al passivo dei crediti contestati (art. 176 legge fall.), perché subordinata alla valutazione prognostica del giudice delegato e comunque ispirata dalla ratio tendente a garantire che i votanti coincidano con coloro che poi costituiranno il passivo definitivo. (Antonino Di Somma) (riproduzione riservata)


Massimario Ragionato



Segnalazione dell'Avv. Antonino Di Somma


Il testo integrale