Diritto dei Mercati Finanziari


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 12451 - pubb. 22/04/2015

La dichiarazione resa dal cliente su modulo predisposto dalla banca sulla consapevolezza circa l'inadeguatezza dell'operazione non costituisce dichiarazione confessoria

Cassazione civile, sez. III, 25 Settembre 2014, n. 20178. Est. Cirillo.


Operazione finanziaria - Dichiarazione resa su modulo prestampato dalla banca - Contenuto - "Operazione non adeguata" - Valore confessorio - Esclusione - Prova dell'adempimento degli obblighi informativi da parte della banca - Insufficienza



In tema di prova civile, la dichiarazione resa dal cliente, su modulo predisposto dalla banca e da lui sottoscritto, in ordine alla propria consapevolezza circa la natura di "operazione non adeguata" rispetto al suo profilo d'investitore dell'investimento effettuato dalla banca, non costituisce dichiarazione confessoria, né è sufficiente a far ritenere dimostrato, da parte dell'intermediario, l'adempimento degli obblighi informativi imposti dall'art. 29 del regolamento CONSOB. (massima ufficiale)


Segnalazione dell'Avv. David Giuseppe Apolloni


Il testo integrale