Diritto Fallimentare


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 10420 - pubb. 15/05/2014

Modifica della proposta concordataria, fusione e concordato di gruppo

Tribunale Ferrara, 08 Aprile 2014. Est. Giusberti.


Concordato preventivo - Modifica della proposta - Introduzione di un'ipotesi di fusione subordinata all'omologa del concordato - Inammissibilità.

Concordato di gruppo - Voto dei creditori e ripartizione in classi riferita ad ogni singola società - Necessità.



Costituisce una modifica inammissibile della proposta concordataria originaria la previsione della fusione per incorporazione della società ricorrente con le società del gruppo di cui la stessa fa parte, sottoposta a condizione sospensiva della definitiva omologa del concordato preventivo. (Franco Benassi) (riproduzione riservata)

Nell'ambito del concordato cosiddetto di gruppo, il voto dei creditori e la ripartizione in classi deve essere riferita ad ogni singola società debitrice, pur potendo essere unico il decreto di ammissione alla procedura. (Franco Benassi) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell'Avv. Chiara Ravina


Il testo integrale