Diritto Societario e Registro Imprese


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 14968 - pubb. 10/05/2016

Compensi dovuti al sindaco ed eccezione di inadempimento

Tribunale Napoli Nord, 05 Maggio 2016. Est. Cristiana Satta.


Opposizione allo stato passivo – Collegio sindacale – Compensi – Eccezione di inadempimento ex art. 1460 cod. civ. – Sussistenza



L’art. 1460 cod. civ. è applicabile anche al contratto di prestazione d’opera professionale, laddove sia riscontrabile un’apprezzabile violazione dell’obbligo di diligenza professionale nell’espletamento dell’incarico dal momento che la caratteristica del tipo negoziale disciplinato dagli artt. 2229 e segg. cod. civ., costituita dall’idoneità di dar vita alla cosiddetta obbligazione di mezzi anzichè di risultato, non influisce sull’elemento essenziale al fine dell’applicabilità dell’exceptio inadimplenti non est adimplendum rappresentato dal nesso sinallagmatico tra prestazione del professionista ed obbligo del cliente di pagare il corrispettivo. (Luca Caravella) (riproduzione riservata).
Alla luce del dimostrato inesatto adempimento dell’incarico di sindaco e del conseguente danno che ne è scaturito, la pretesa creditoria verificata con la domanda di insinuazione al passivo, in applicazione dell’art. 1460 c.c., non può trovare accoglimento. E’, infatti, onere dell’opponente – a fronte della specifica allegazione dell’inesattezza dell’adempimento – dimostrare di aver agito conformemente a legge al fine di evitare l’operatività dell’eccezione, idonea come tale a paralizzarne la pretesa. (Luca Caravella) (riproduzione riservata)


Segnalazione del Prof. Avv. Francesco Fimmanò


Il testo integrale