Diritto e Procedura Civile


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 21573 - pubb. 01/05/2019

Conseguenze della definitività del decreto ingiuntivo. Copertura del 'dedotto e deducibile' nel contratto d’appalto

Tribunale Prato, 15 Aprile 2019. Est. Giulia Simoni.


Rilevabilità del giudicato esterno in ogni grado e stato del processo – Efficacia di giudicato del decreto ingiuntivo definitivo e copertura del “dedotto e deducibile” – Effetti pratici nel contratto d’appalto



La formazione del giudicato esterno è rilevabile anche d’ufficio in ogni stato e grado del giudizio.

Il decreto ingiuntivo acquista efficacia di giudicato sostanziale qualora, in caso di opposizione, come si evince dal coordinato disposto degli artt. 653 e 308 c.p.c., il relativo giudizio si sia estinto e sia decorso il termine di dieci giorni per proporre reclamo avverso l'ordinanza di estinzione.

Si applica anche al decreto ingiuntivo divenuto definitivo a seguito di estinzione del giudizio di opposizione il principio secondo cui “il giudicato copre il dedotto e il deducibile” e si estende al titolo del diritto di credito fatto valere con la domanda giudiziale.

Il giudicato che promana dal decreto ingiuntivo emesso sulla base della domanda di pagamento del corrispettivo per l’opera, non copre solo l’accertamento del diritto di credito dell’appaltatrice, ma anche il titolo di quel diritto, costituito dal contratto concluso tra le parti e dall’esatto adempimento all’obbligazione assunta nei confronti della committente, di esecuzione a regola d’arte dell’opera. (Fabrizio Gioffredi) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell'Avv. Fabrizio Gioffredi


Il testo integrale