Diritto della Famiglia e dei Minori


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 24925 - pubb. 26/02/2021

Ripartizione della pensione di reversibilità tra l'ex coniuge divorziato e il coniuge superstite

Cassazione civile, sez. IV, lavoro, 18 Gennaio 2021, n. 692. Pres. Berrino. Est. Enrica D'Antonio.


Pensione di reversibilità - Controversia tra coniuge superstite ed ex coniuge divorziato - Forma della decisione - Sentenza - Provvedimento assunto con decreto - Ricorso per cassazione - Deduzione di vizi motivazionali - Ammissibilità



La decisione giudiziale riguardante la ripartizione della pensione di reversibilità tra l'ex coniuge divorziato e il coniuge superstite al momento del decesso deve essere resa, ai sensi dell'art. 9 della legge 1 dicembre 1970, n. 898, nel testo vigente, con sentenza. Ne consegue che il provvedimento assunto dal giudice di secondo grado con decreto conserva la natura e il valore di sentenza, e può essere impugnato con ricorso per cassazione per vizi motivazionali, ex art. 360, primo comma, n. 5 c.p.c., anche prima dell'entrata in vigore del d.lgs. 2 febbraio 2006, n. 40. (massima ufficiale)


Il testo integrale