Diritto Bancario


Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 20332 - pubb. 28/08/2018

La sommatoria dei tassi sanzionata con condanna per lite temeraria

Tribunale Treviso, 29 Dicembre 2017. Est. Cambi.


Mutuo – Usura – Irrilevanza Interessi moratori – Irrilevanza scenari probabilistici – Interessi corrispettivi e moratori – Divieto di cumulo – Lite temeraria – Responsabilità aggravata ex art. 96 c.p.c.



La tesi del cumulo tra i tassi degli interessi corrispettivi e degli interessi moratori ai fini del raffronto con il tasso soglia non può minimamente essere condivisa, sia per ragioni giuridiche, che per ragioni logico-matematiche. Dal punto di vista matematico, il cumulo tra tassi di interesse è infatti un’operazione superficiale, errata ed illogica. (Antonella Lillo) (riproduzione riservata)

La domanda di ripetizione degli interessi versati in esecuzione di un mutuo da tempo estinto a seguito del suo regolare ammortamento, sulla scorta di contestazioni di deduzioni ed argomentazioni ampiamente sconfessate da giurisprudenza pressoché unanime, merita di essere sanzionata con la condanna al pagamento di un’ulteriore somma a norma dell’art. 96, co. 3, c.p.c. (Antonella Lillo) (riproduzione riservata)

Ai fini della verifica del rispetto della normativa antiusura, sono irrilevanti i c.d. scenari probabilistici, i conteggi ipotetici e a fortiori la suggestiva teoria del “worst case” specie in situazioni in cui non sono nemmeno più concretamente ipotizzabili scenari probabilistici atti a comportare un significativo incremento del costo complessivo del credito, in ragione del puntuale rispetto da parte della società mutuataria del piano di ammortamento pattuito e della intervenuta regolare estinzione del finanziamento. (Antonella Lillo) (riproduzione riservata)


Segnalazione dell'Avv. Antonella Lillo


Il testo integrale