Massimario di Diritto Bancario


IN AMMINISTRAZIONE

Deposito titoli in amministrazione e prescrizione del diritto alla restituzione del residuo. Contratti bancari - Deposito cointestato titoli in amministrazione - Diritto alla restituzione del residuo - Conflitto tra i cointestatari - Dies a quo del diritto alla restituzione e prescrizione - Mancanza di efficacia interruttiva delle richieste provenienti da singoli cointestatari - Efficacia interruttiva della domanda giudiziaria ex art. 1772 c.c.: applicabilità.
Laddove le clausole del contratto di deposito titoli di amministrazione prevedano che la Banca possa legittimamente rifiutare il rimborso ad uno solo dei cointestatari in presenza di opposizione anche di uno solo degli altri, l’istituto bancario può legittimamente procedere al deposito del controvalore in denaro degli stessi.

Solo la domanda giudiziaria ex art. 1772 c.c. può avere efficacia interruttiva della prescrizione del diritto alla restituzione dei titoli in deposito o del loro controvalore in denaro a nulla valendo disposizioni disgiunte dei singoli in contrasto tra loro.

Il dies a quo del diritto alla restituzione sorge nel momento in cui i depositanti abbiano reso nota al depositario la volontà di porre fine al rapporto pur essendo in contrasto sulle modalità di restituzione dei beni oggetto di deposito. (Vincenzo D'Audino) (riproduzione riservata) Tribunale Roma, 12/01/2017.


Controversie concernenti il contratto di deposito titoli in amministrazione e competenza dell’ABF. Deposito di titoli in amministrazione - Competenza dell’ABF - Sussistenza..
Ai sensi del paragrafo 4 della sezione I delle Disposizioni sui sistemi di risoluzione stragiudiziale delle controversie in materia di operazioni e servizi bancari e finanziari, emanate da Banca d’Italia, le controversie concernenti il contratto di deposito di titoli in amministrazione rientrano nella competenza dell’ABF. (Gianluca Mucciarone) (riproduzione riservata) ABF Napoli, 02/04/2010.


Deposito di titoli in amministrazione - Competenza dell’ABF - Sussistenza..
Ai sensi del paragrafo 4 della sezione I delle Disposizioni sui sistemi di risoluzione stragiudiziale delle controversie in materia di operazioni e servizi bancari e finanziari, emanate da Banca d’Italia, le controversie concernenti il contratto di deposito di titoli in amministrazione rientrano nella competenza dell’ABF, come confermano le Disposizioni sulla trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari, che includono espressamente nel proprio ambito il servizio di custodia e amministrazione di strumenti finanziari (sez. II, par. 1). (Gianluca Mucciarone) (riproduzione riservata) ABF Roma, 17/02/2010.


Deposito di titoli in amministrazione - Funzione - Di custodia e di gestione - Obblighi d’informazione. .
Il deposito di titoli in amministrazione adempie a due funzioni, dando luogo ad un concorso di negozi, di deposito e di mandato, con la conseguenza che l’operazione viene ad essere assoggetta sia alla normativa del deposito, sia a quella del mandato. Pertanto, la banca deve comunicare al cliente tutte le circostanze suscettibili di influenzare l’esercizio del suo potere di istruzione e di indirizzo nei riguardi del gestore e così tutte le vicende relative all’emittente, che possono influenzare la decisione del cliente di dismettere o meno i titoli. (Gianluca Mucciarone) (riproduzione riservata) ABF Roma, 17/02/2010.