LIBRO QUARTO
Dei procedimenti speciali
TITOLO I
Dei procedimenti sommari
CAPO III-bis
Del procedimento sommario di cognizione
(1)
__________________________
(1) Capo inserito dall’art. 51, comma 1 della l. 18 giugno 2009, n. 69, con effetto dal 4 luglio 2009.


Art. 702-quater

Appello (1)
Testo a fronte
TESTO A FRONTE

I. L'ordinanza emessa ai sensi del sesto comma dell'articolo 702-ter produce gli effetti di cui all'articolo 2909 del codice civile se non è appellata entro trenta giorni dalla sua comunicazione o notificazione. Sono ammessi nuovi mezzi di prova e nuovi documenti quando il collegio li ritiene indispensabili (2) ai fini della decisione, ovvero la parte dimostra di non aver potuto proporli nel corso del procedimento sommario per causa ad essa non imputabile. Il presidente del collegio può delegare l'assunzione dei mezzi istruttori ad uno dei componenti del collegio.



________________
(1) Articolo inserito dall’art. 51, comma 1 della l. 18 giugno 2009, n. 69, che ha inserito il capo III-bis dopo il capo III del titolo I del libro quarto. La modifica si applica ai giudizi instaurati dopo il 4 luglio 2009 (art. 58, comma 1, legge cit.).
(2) La legge 7 agosto 2012, n. 134, che ha convertito in legge il d.l. 22 giugno 2012, n. 83, ha sostituito la parola «rilevanti» con la parola «indispensabili». La modifica si applica dal giorno 12 agosto 2012, data di entrata in vigore della legge di conversione.

GIURISPRUDENZA

Procedimento sommario ex artt. 702 bis, ter, quater, c.p.c.  - Termine per la proposizione delle richieste istruttorie.
Nel rito sommario di cognizione, il termine ultimo per articolare le richieste istruttorie coincide con l’udienza in cui il giudice è chiamato ex art. 702 ter, comma 3, c.p.c. a valutare se ordinare o meno il mutamento del rito da sommario a ordinario, con la conseguenza che, in caso di omessa formulazione in tale termine di alcuna richiesta istruttoria, si proseguirà con il rito sommario e anche la decisione finale sarà allo stato degli atti versati dalle parti.

L’ipotesi di concessione di un ulteriore termine per la formulazione di richieste istruttorie, si configura solo nel caso di mutamento del rito da sommario in ordinario, visto l’espresso richiamo all’art. 183 contenuto nel comma terzo dell’art. 702 ter c.p.c. (Antonio Valenza) (riproduzione riservata)
Tribunale Trani, 07 Settembre 2016.


Rito Sommario di cognizione – Appello – Atto introduttivo – Forma della citazione – Sussiste (art. 702-quater c.c.).
In materia di rito sommario di cognizione previsto per le controversie regolate dal d.lgs. 150 del 2011, l'appello, ex art. 702-quater cod. proc. civ., va proposto con atto di citazione, e non con ricorso, sicché la verifica della tempestività dell'impugnazione va effettuata calcolandone il termine di trenta giorni dalla data di notifica dell'atto introduttivo alla parte appellata. Tale principio costituisce un corollario del rilevante arresto delle S.U. n. 2907 del 2014, secondo il quale trova applicazione, in assenza di una specifica previsione normativa per il giudizio di secondo grado, la disciplina ordinaria di cui agli artt. 339 e seguenti cod. proc. civ.. (Giuseppe Buffone) (riproduzione riservata) Cassazione civile, sez. VI, 15 Dicembre 2014, n. 26326.


Procedimento sommario di cognizione – Ordinanza di rigetto, incompetenza o inammissibilità – Appellabilità..
Sono appellabili ai sensi dell’art. 702 quater, non solo le ordinanze di cui al sesto comma dell’art. 702 ter (accoglimento della domanda), ma anche quelle declaratorie dell’inammissibilità, dell’incompetenza ovvero di rigetto, in quanto anche queste ultime possono assumere efficacia esecutiva, attesa l’obbligatorietà della statuizione delle spese di giudizio. (Domenico Iodice) (riproduzione riservata) Tribunale Campobasso, 01 Luglio 2013.