LIBRO SECONDO
Del processo di cognizione
TITOLO II
Del procedimento davanti al giudice di pace

Art. 315

[Decisione a seguito di discussione orale]
Testo a fronte
TESTO A FRONTE

Articolo abrogato.


GIURISPRUDENZA

Limite alla pignorabilità dei beni art. 515, comma 3, c.p.c. - Rapporto tra dotazione di capitale e valore del lavoro - Strumentazione dell’artista - Illegittimo il pignoramento nella misura che oltrepassa i limiti del quinto dei beni pignorati - Spese legali compensate per “novità della questione”.
Gli strumenti, gli oggetti e i libri indispensabili per l’esercizio della professione, dell’arte o del mestiere del debitore possono essere pignorati nei limiti di un quinto, salvo il caso in cui risulti una prevalenza del capitale investito sul lavoro, prevalenza che non può essere determinata in astratto ma tenendo conto della qualità del lavoro.

Il lavoro artistico, svolto a livelli elevati non può, infatti, essere considerato economicamente equivalente a quello del lavoro fungibile e non qualificato applicato a mansioni ripetitive e standardizzate, con la conseguenza che una data strumentazione può considerarsi capitale rispetto ad un lavoro fungibile e ripetitivo, mentre la medesima strumentazione non può considerarsi capitale prevalente quando ad utilizzarla è un affermato artista. (Paolo Feroci) (riproduzione riservata)
Tribunale Pisa, 05 Giugno 2018.