Massimario Ragionato Fallimentare

a cura di Franco Benassi
apri l'articolo del codice

Articolo 95 ∙ (Progetto di stato passivo e udienza di discussione)


Udienza e contraddittorio
Tutte le MassimeCassazione
Il curatore
Autorizzazione del curatore a stare in giudizio
Difesa tecnica del curatorePosizione di terzietà del curatoreEccezioni del curatoreConfessione del curatoreEccezione revocatoriaDocumenti opponibili al curatore

Il creditore
Osservazioni al progetto di stato passivo
Facoltà di sollevare eccezioniEccezioni del creditoreOnere della prova del creditore

Procedimento
Procedimento
Sospensione feriale dei terminiPrincipio dispositivoUdienza e contraddittorioEccezioni rilevabili dal giudiceDomanda riconvenzionaleCorrispondenza tra chiesto e pronunciatoProduzione di documentiTestimonianzaGiuramentoData certaProgetto di stato passivo e domande tardiveDomande di rivendicazione e ammissione con riserva


Udienza e contraddittorio

Fallimento – Accertamento del passivo – Facoltà dei creditori di produrre documenti e di formulare osservazioni fino all'udienza – Facoltà del curatore di modificare le conclusioni – Sussistenza. (12/10/2010)
La norma in base alla quale, nel procedimento di accertamento del passivo che si svolge avanti al giudice delegato, i creditori ed i titolari di diritti sui beni del fallito possano presentare fino all’udienza osservazioni scritte e documenti integrativi, comporta che solo in detta sede il curatore possa prendere definitivamente posizione sulle domande in relazione alle quali siano state formulate osservazioni od integrata la documentazione probatoria; solo in quel momento potrà quindi dirsi cristallizzato il contraddittorio. (Franco Benassi) (riproduzione riservata) Tribunale Piacenza, 02 Settembre 2010, n. 0.


Fallimento – Ammissione allo stato passivo – Vincoli per il giudice delegato – Fatti non contestati – Inesistenza. (31/08/2010)
Il giudice delegato, nella verificazione dei crediti, non è vincolato a ritenere esistenti i fatti non contestati, ove l’inesistenza degli stessi emerga da prove legittimamente acquisite al processo. (Giovanni Carmellino) (riproduzione riservata) Tribunale Udine, 21 Maggio 2010, n. 0.