Massimario Ragionato Fallimentare

a cura di Franco Benassi
apri l'articolo del codice

Articolo 169-bis ∙ (Contratti pendenti)


Decorrenza degli effetti
Tutte le MassimeCassazione
In generale
Ratio e natura
I contratti pendentiDiritto potestativo del proponenteAbusoRuolo del professionistaContratti cessati prima del concordatoConcordato con riserva, scioglimento dei contrattiConcordato con riserva, sospensione dei contrattiDomanda di concordato e deposito delle scritture contabiliLa prosecuzione dei contratti in corso di esecuzioneRisoluzione dei contratti pendentiPattuizioni volte a regolare il recesso unilaterale o la sospensione del rapportoNatura cautelare della sospensioneDecorrenza degli effettiEffetti sul rapporto contrattualeTutela del terzo contraenteIndennizzo al terzo contraenteNatura concorsuale o prededotta dei crediti generati dai contratti in corso di esecuzioneMantenimento delle linee di credito autoliquidantiValutazione della condotta decettiva del debitoreAvviso ai creditori

Procedimento
Autorizzazione subordinata al deposito della proposta di concordato
Richiesta della autorizzazioneAnnotazione di avvio della proceduraTermine per la presentazione della richiestaSindacato del tribunaleValutazione del tribunaleAccertamento dei creditiVoto anteriore all'adunanzaContraddittorio con il terzo contraenteRichiesta di informazioni alla P.A. ex art. 213 c.p.cRicorso per cassazione

Fattispecie
Gruppo di imprese
Contratti di durataAccordi di ristrutturazione dei debitiContratti a prestazioni continuativeRapporti di lavoro subordinatoContratto di trasporto di gasContratto di consorzioContratti pubbliciContratto di appaltoContratto di affitto di aziendaContratti bancariPatto di compensazione e mandato all'incassoDelegazione di pagamentoPagamento di cambiale trattaContratto di mutuoFideiussione e rapporti di garanziaCessione di creditoContratto di leasingContratto di swapContratto di factoringContratto preliminareContratto preliminare di compravenditaTitoli di creditoAccantonamento degli incassiCompenso del commissario giudiziale


Decorrenza degli effetti

Concordato preventivo - Scioglimento dei contratti in corso di esecuzione - Efficacia - Notifica all'altro contraente - Necessità
Gli effetti del provvedimento che ai sensi dell'art. 169-bis l.fall. autorizza la sospensione o lo scioglimento dei contratti pendenti produce effetti dal momento della notifica all'altro contraente, in quanto alla autorizzazione concessa dal tribunale deve far seguito la manifestazione di volontà del richiedente di esercitare il proprio diritto potestativo di sospendere o sciogliere il vincolo contrattuale. (Franco Benassi) (riproduzione riservata) Tribunale Udine, 12 Gennaio 2018.


Concordato preventivo - Scioglimento dei contratti in corso di esecuzione - Efficacia - Notifica all'altro contraente - Manifestazione implicita della volontà di avvalersi dell'autorizzazione concessa dal tribunale
La volontà del proponente il concordato preventivo di avvalersi dell'autorizzazione concessa dal tribunale alla sospensione o allo scioglimento dei contratti pendenti di cui all'art. 169-bis l.fall. può implicitamente desumersi dalla notifica del provvedimento del tribunale all'altro contraente. (Franco Benassi) (riproduzione riservata) Tribunale Udine, 12 Gennaio 2018.


Concordato preventivo – Scioglimento e sospensione dei contratti pendenti – Efficacia ex nunc – Applicazione alle prestazioni future e non alle pregresse
La Legge 132/2015 ha apportato una serie di modifiche all’istituto di cui all’art. 169-bis legge fall., prevedendo espressamente che la domanda di scioglimento del contratto pendente possa essere presentata anche successivamente al deposito del ricorso per l’ammissione al concordato preventivo e che la decorrenza degli effetti dello scioglimento coincida con la comunicazione del provvedimento autorizzativo all’altro contraente; una volta chiarita la decorrenza e l’efficacia ex nunc dello scioglimento autorizzato dal tribunale, è di tutta evidenza che la disciplina può trovare applicazione solamente con riferimento alle prestazioni future e non alle pregresse. (Franco Benassi) (riproduzione riservata) Tribunale Monza, 25 Gennaio 2017.


Concordato preventivo - Contratti pendenti - Valutazione del tribunale - Verifica dei presupposti di legalità - Esercizio del potere quale prerogativa esclusiva del debitore - Conseguenze - Retroattività - Esclusione
In tema di sospensione dei contratti pendenti nel concordato preventivo ai sensi dell'articolo 169-bis legge fall., al tribunale è affidato il sindacato concernente la verifica dei presupposti di legalità del potere di sospensione, il cui esercizio è viceversa prerogativa esclusiva della parte che lo esercita mediante la comunicazione all'altro contraente del provvedimento autorizzativo necessario a rimuovere una condizione legale ostativa al sorgere del diritto potestativo, con la conseguenza che sospensione e scioglimento riconnettono la loro efficacia non già ad una pronuncia giurisdizionale costitutiva resa nell'ambito di un ordinario giudizio contenzioso, bensì all'esercizio di un potere sostanziale accordato ad uno dei contraenti, il quale, in ipotesi, ben potrà rinunciarvi o non darvi corso ad onta dell'autorizzazione emanata. La retroattività degli effetti della sospensione non è perciò configurabile nella misura in cui la modificazione del vincolo negoziale è prodotta non già dal provvedimento giurisdizionale richiesto con la domanda giudiziale, bensì da un atto di autonomia privata. (Franco Benassi) (riproduzione riservata) Tribunale Massa, 01 Febbraio 2016.


Contratti in corso di esecuzione - Autorizzazione allo scioglimento o alla sospensione - Decorrenza degli effetti - Pubblicazione nel registro delle imprese del ricorso per concordato
Poiché la domanda di autorizzazione ai sensi dell’articolo 169 bis L.F. deve essere proposta nel ricorso per concordato e che quest’ultimo va pubblicato nel registro delle imprese entro il giorno successivo al suo deposito in cancelleria, deve ritenersi che l’assolvimento di detto di adempimento, il quale garantisce l’astratta conoscibilità del contenuto del ricorso ai terzi, tra i quali innanzitutto i creditori e le controparti contrattuali dell’imprenditore, sia sufficiente a costituire idonea comunicazione della volontà del ricorrente di esercitare la facoltà di scioglimento di cui all’articolo 169 bis L.F., con conseguente produzione dei relativi effetti da tale momento. (Redazione IL CASO.it) (riproduzione riservata) Tribunale Busto Arsizio, 24 Luglio 2014.


Concordato preventivo - Concordato con riserva - Sospensione dei contratti in corso di esecuzione - Contratti di leasing - Autorizzazione subordinata al deposito della proposta di concordato
Durante il periodo di concordato con riserva ai sensi dell’articolo 161, comma 6, L.F. può essere autorizzata la sospensione - non lo scioglimento - di contratti di locazione finanziaria che da una determinata data in poi possano generare costi in prededuzione a carico del patrimonio del debitore. (Nel caso di specie, il tribunale, ha concesso l’autorizzazione alla sospensione indicando espressamente la decorrenza della stessa e subordinandola al deposito della proposta “definitiva” di concordato preventivo). (Redazione IL CASO.it) (riproduzione riservata) Tribunale Milano, 10 Luglio 2014.


Contratti in corso di esecuzione nel concordato preventivo - Autorizzazione - Decorrenza degli effetti in data successiva alla concessione
La sospensione dei contratti in corso di esecuzione ottenuta ai sensi dell'articolo 169 bis L.F. non può operare retroattivamente rispetto al deposito della relativa istanza; essa può, infatti, spiegare i propri effetti esclusivamente in data successiva a quella del provvedimento che l’accoglie. (Franco Benassi) (riproduzione riservata) Tribunale Milano, 28 Maggio 2014.


Concordato preventivo con riserva - Scioglimento contratti pendenti.
Gli effetti del provvedimento del tribunale che autorizza il debitore a valersi dello scioglimento dai rapporti pendenti ai sensi dell’art. 169 bis decorrono solo dal momento in cui il debitore comunica al proprio creditore di voler esercitare tale facoltà: tale dichiarazione di volontà è implicita nella notifica del provvedimento giudiziale che autorizza il debitore allo scioglimento. (Marco Capecchi) (riproduzione riservata) Appello Genova, 10 Febbraio 2014.


Concordato preventivo - Contratti in corso di esecuzione - Scioglimento quale aspetto integrante e qualificante della proposta e del piano - Efficacia a seguito del consenso dei creditori e dell'omologa
Lo scioglimento dei contratti in corso di esecuzione non costituisce un momento avulso, ma un aspetto integrante e qualificante della proposta e del piano di concordato, il quale acquista efficacia non tramite una manifestazione di volontà del debitore, sia pur autorizzato dal tribunale o dal giudice delegato, ma a seguito del raggiunto consenso della maggioranza dei creditori e della successiva omologa. (Franco Benassi) (riproduzione riservata) Tribunale Pistoia, 23 Gennaio 2014.


Concordato preventivo - Contratti in corso di esecuzione - Decorrenza degli effetti dello scioglimento o della sospensione dei contratti dalla data della richiesta di autorizzazione.
L'eventuale scioglimento dei contratti in corso di esecuzione disposto ai sensi dell'articolo 169 bis L.F. non retroagisce né alla data di presentazione della domanda di concordato con riserva, né alla sua pubblicazione nel registro delle imprese, bensì alla data della richiesta di autorizzazione, sì che i diritti maturati nel frattempo avranno natura prededotta, in quanto crediti sorti per effetto di atti di ordinaria amministrazione legalmente compiuti dal debitore ai sensi dell'articolo 161, comma 7, L.F. (fattispecie in tema di sospensione di contratto di leasing di impianto fotovoltaico). (Franco Benassi) (riproduzione riservata) Tribunale Terni, 27 Dicembre 2013.